Confindustria Toscana Nord

Il territorio e la popolazione
L’associazione Confindustria Toscana Nord comprende i territori delle Province di Lucca, Pistoia e Prato, che rappresentano il 13,5% della superficie regionale (3.103 kmq), e il 25% dei residenti della Toscana (3.752.654 di cui il 10,5% si trovano a Lucca, il 7,8% a Pistoia, il 6,7% a Prato).

Le imprese e gli addetti
Nelle tre province sono presenti 86.855 imprese attive con 265.158 addetti, rispettivamente il 27,1% e il 24,5% del totale regionale.

L’indice di imprenditorialità (stabilimenti non agricoli ogni 100 abitanti) dei territori della Toscana Nord è 10,3 (Lucca 9,9, Pistoia 9,3, Prato 12,7).
L’indice Italiano è 8,0, della Toscana 9,7.

Il numero di stabilimenti (UL) del settore manifatturiero evidenzia la vocazione industriale delle province di Lucca, Pistoia e Prato: sono presenti 13.236 stabilimenti di imprese manifatturiere attive, che rappresentano ben il 34,5% del totale regionale, con 80.645 addetti che sono il 29,1% del totale regionale.

Le attività economiche: il valore aggiunto
Le province di Lucca, Pistoia e Prato producono il 23,1% del totale del valore aggiunto della Toscana (22,429 m.di €). I settori industriali più rilevanti, con quote di V:A: superiori al 20% del totale regionale sono le costruzioni (26,9%) il manifatturiero (25,8%) e i servizi (22,2%).

Il valore aggiunto pro-capite dei territori della Toscana Nord è di 24.066€ (Lucca 24.190,9€, Pistoia 22.647,7€, Prato 25.508,9€). Il valore aggiunto pro-capite Italiano è di 24.013,4€, quello della Toscana 26.141,8€. La quota di valore aggiunto dell’industria sul totale, per le tre province è pari al 26,4% (28,3% Lucca; 21,5%; Pistoia; 28,8% Prato). La Toscana ha una % di v.a. dell’industria sul totale del 24,4%, mentre l’Italia del 23,6%.

I commenti sono chiusi.